Caminetto elettrico o camino a gas

Con l’arrivo del freddo tipico dei mesi invernali cresce l’esigenza di trovare soluzioni valide per il riscaldamento degli ambienti domestici. Le differenti soluzioni disponili sul mercato possono confondere dal punto di vista del giudizio, sopratutto in mancanza delle competenze ed informazioni necessarie per una valutazione attenta.

Al fine di effettuare un acquisto mirato e affine alle singole esigenze, è opportuno conoscere le caratteristiche principali di due delle soluzioni più gettonate: Caminetto elettrico e camino a gas.

Cos’è un camino a gas

Il camino a gas è una possibile alternativa per il riscaldamento domestico capace di unire ottimo design ed eccellenti valori dal punto di vista delle prestazioni. Lo sviluppo tecnologico ha inoltre reso possibile usufruire di versioni digitalizzate e quindi semplici e pratiche da utilizzare. Direttamente attraverso l’utilizzo del telecomando o del proprio smartphone è possibile regolarne intensità e potenza, oltre al sistema di accensione e spegnimento.

tipologie principali di camino a gas

Per il funzionamento concreto non è necessario utilizzare la comune legna o pellet, per cui la spesa per l’utilizzo risulta abbastanza contenuta. Per quanto riguarda l’estetica, sono disponili due differenti tipologie; a focolare aperto o a focolare chiuso. La prima opzione garantisce varianti attraenti dal punto di vista del design ma con prestazioni decisamente limitate. Nel secondo caso invece viene data priorità all’effettivo utilizzo del dispositivo, a discapito della resa estetica.

I vantaggi del caminetto elettrico e del camino a gas

Il modo migliore per scegliere tra caminetto elettrico o camino a gas è confrontare l’ampia serie di vantaggi attribuibili ad entrambe le soluzioni.

Camino a gas

Uno dei vantaggi principali del camino a gas è certamente la possibilità di poterne controllare le funzioni del tutto in maniera digitale. È possibile effettuare tutta una serie di operazioni direttamente con un telecomando apposito o addirittura con un app presente sul proprio smartphone, a differenza di altre tipologie di riscaldamento che richiedono interventi manuali.

Inoltre, visto l’utilizzo di aria esterna per la combustione in ausilio del gas, i costi per l’utilizzo sono decisamente bassi, considerata anche la mancanza di legno e di pellet per generare la fiamma.

Caminetto elettrico

Una valida alternativa altrettanto ricca di vantaggi è il caminetto elettrico. In primis, le sue caratteristiche strutturali permettono una collocazione libera all’interno degli ambienti domestici senza particolari limitazioni. Inoltre, non prevede alcun intervento invasivo per l’installazione ed è sprovvisto della canna fumaria.

Merita di essere segnalata anche l’assenza di un sistema di ventilazione grazie al funzionamento elettrico del dispositivo.

Gli svantaggi del caminetto elettrico e del camino a gas

Ogni dispositivo a prescindere dalla funzione presenta sempre dei pro e contro. Nel caso del caminetto elettrico o del camino a gas, esistono alcuni valori negativi da considerare oltre agli innumerevoli vantaggi.

Svantaggi camino a gas

Innanzitutto, il camino a gas è una soluzione che può implicare diversi costi per la manutenzione; sia per l’installazione che per la revisione annuale, è necessario l’intervento di professionisti ed esperti del settore. In alcuni casi possono essere necessari anche interventi invasivi dal punto di vista strutturale. Inoltre, non è da sottovalutare il prezzo iniziale del dispositivo. Nonostante non siano necessari costi eccessivi per il funzionamento, l’investimento in fase d’acquisto è decisamente più elevato rispetto ad altri prodotti disponili sul mercato.

Svantaggi caminetto elettrico

Non mancano chiaramente anche alcuni svantaggi riferibili al caminetto elettrico. In particolare, visto il funzionamento su base elettrica, un utilizzo eccessivo può gravare dal punto di vista economico in riferimento all’importo delle bollette. Inoltre, pur offrendo prestazioni piuttosto elevate dal punto di vista del riscaldamento, non riesce a garantire un effettivo mantenimento del calore; una volta spento il dispositivo, il calore si disperde in maniera piuttosto veloce.

Perché scegliere un caminetto elettrico

Per quanto sia difficile trovare una soluzione adeguata alle proprie esigenze, sopratutto se l’indecisione riguarda dispositivi validi come il caminetto elettrico o il camino a gas, sono diverse le ragioni che vanno a favore del primo menzionato. Scegliere un caminetto elettrico per il riscaldamento domestico può rivelarsi una scelta pertinente per diverse ragioni.

Contenimento dei costi ed elevate prestazioni

In primis, la spesa d’acquisto è decisamente inferiore rispetto ad altre tipologie ma garantisce livelli di trasmissione del calore particolarmente elevate. Inoltre, non è necessario intervenire con lavori di installazione e non limita dal punto di vista della collocazione. Tra l’altro, è possibile ovviare ad eventuali rincari in fattura semplicemente gestendo l’utilizzo in maniera maggiormente oculata, magari con l’ausilio di un timer pre-impostato.

Condividi questo articolo su

Chemin'Arte