La guida per scegliere il miglior caminetto di design

Quando giunge l’inverno, aumenta il desiderio di trovare calore e confort e di creare un ambiente accogliente per riunirsi con la famiglia e con gli amici. Niente più di un caminetto acceso dà una sensazione di ospitalità. La sua funzione principale è, naturalmente, quella di produrre calore; in realtà è un elemento di arredo molto importante, che conferisce carattere e personalità all’ambiente in cui si trova.

La presenza di una fiamma al suo interno, che sia reale o virtuale, trasforma completamente l’atmosfera di un’abitazione. Il fuoco è stato l’invenzione più importante di sempre, quella che ha consentito che l’umanità progredisse. Intorno al focolare della casa si sono sempre stretti i componenti della famiglia, in cerca di sostegno fisico e spirituale. Nelle case moderne, tuttavia, il vecchio camino non può trovare posto, per motivi igienici, salutari e anche di arredamento. Ecco, quindi, che anche i caminetti si sono evoluti, trasformandosi in veri e propri oggetti di design.

Con questa breve guida, vogliamo fare chiarezza tra i vari modelli, diversi per materiali, combustibile, costruzione, effetto finale, in modo che tu possa scegliere il miglior caminetto di design per la tua abitazione.

I diversi tipi di caminetto

Prima di distinguere i vari tipi di caminetto, è necessario fare una premessa. Essi possono essere strutture provviste di canna fumaria, che necessitano ovviamente di una costruzione edile particolare e presentano una fiamma reale, con tutti i pericoli che essa può comportare. Nelle nostre abitazioni, magari in condominio o con l’impianto di riscaldamento già presente, è spesso difficile trovare lo spazio adatto a questa tipologia e sarebbe complesso il lavoro per realizzarlo. Per completezza d’informazione, distinguiamo due categorie di caminetti tradizionali:

• caminetti aperti, di grande impatto emozionale, con la fiamma libera, ma limitati, sia dal punto di vista dell’alimentazione, potendo essere utilizzata solo la legna, che da quello calorico, fornendo essi un riscaldamento accettabile solo nelle vicinanze del camino

• caminetti chiusi, più funzionali dei precedenti, con una struttura che può essere realizzata con materiali diversi, ma che richiedono l’aggiunta della ventilazione forzata per propagare il calore.

Vediamo adesso le caratteristiche di una diversa e innovativa forma di caminetto, decisamente più adatta alle abitazioni moderne e che risponde a tutte le esigenze di sicurezza.

Il caminetto elettrico: come è fatto

Il caminetto elettrico è l’evoluzione dei camini tradizionali: abbina la funzionalità classica dell’erogazione di calore e il fascino delle fiamme all’eliminazione dei problemi di sporco e di sicurezza. Si tratta di un vero e proprio complemento d’arredo, che può essere un’installazione autonoma o essere appeso a una parete, spesso nella zona living o in camera da letto. Utilizza la corrente elettrica per ricreare un’atmosfera accogliente, riproducendo il fuoco scoppiettante e per riscaldare l’ambiente, proprio come fosse una stufa. La sua installazione è rapida e semplice, non richiede opere murarie; è sufficiente collegarlo alla presa elettrica e impostarne i vari parametri. Le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto sono due: le dimensioni e il tipo di struttura.

Le dimensioni

Poiché le dimensioni determinano anche la potenza, in quanto un caminetto più grande è in grado di riscaldare un ambiente più spazioso, si tende a cercare i camini di misure maggiori.

Purtroppo, oltre alla potenza e quindi al potere calorico, deve essere prioritaria un’accurata valutazione dello spazio disponibile, per evitare strutture troppo ingombranti che non potranno essere posizionate comodamente.

Il tipo di struttura

Sul mercato si trovano due diverse strutture di caminetti elettrici: quelli a parete e quelli con appoggio a terra. Soprattutto nel caso di quelli a parete, esistono modelli simili ai camini tradizionali e altri di aspetto più innovativo e particolare. Un perfetto esempio di un modello simile a quello di un camino classico è il caminetto design Lounge Medium di Chemin’arte.

Il corpo realizzato in legno MDF, un derivato del legno di betulla, con la possibilità di scelta tra colorazione bianca e nera, la fiamma estremamente realistica, due diverse potenze di riscaldamento possibili e tronchi e pietre decorative: un vero oggetto di design per un’abitazione con un arredamento di stampo tradizionale. Se prediligi lo stile moderno, un esempio da prendere in considerazione è il caminetto design Ovalia. La sua struttura dalle linee arrotondate, sottolineata da una fascia di LED, si inserisce alla perfezione in un arredamento moderno.

Cos’è il design di un caminetto e cos’è un caminetto di design

Potrebbe sembrare un gioco di parole, pertanto è essenziale chiarire il concetto. Il design di un caminetto è la sua forma, il suo aspetto, la storia che racconta, tradotta in materiali, colori, luci. Il caminetto di design elettrico, come il Fire Glass o il Pop Fire di Chemin’arte, è il risultato: un’espressione d’arte che riunisce, in una sola struttura, bellezza e tecnologia.

Il caminetto elettrico design

Il caminetto elettrico di design, categoria di cui fanno parte i caminetti decorativi di Chemin’arte, è progettato per dare comfort e benessere in massima sicurezza. Non dovrai temere per i tuoi bambini o per gli animali domestici e potrai gustarti il tuo relax davanti alle fiamme, senza tutti i problemi connessi: dalla polvere, agli odori, alle scintille, al fumo.

Un caminetto elettrico può fornire il riscaldamento ottimale per una stanza la cui volumetria va dai 25 ai 30 metri cubi, sviluppando una potenza tra i 1800 e i 2000 watt. La Chemin’arte, azienda che dedica particolare attenzione a queste installazioni, presenta un lungo elenco di caminetti elettrici di design. Ciascuno di essi mostra forme sobrie ed eleganti, ma con quella vena visionaria che ne fa opere che non soltanto sono confortevoli e comode ma si inseriscono nell’arredamento come veri oggetti d’arte.

La tecnologia nei caminetti elettrici di design

Oltre al lato squisitamente estetico, il design si riflette anche sulla tecnologia applicata, in modo particolare, al realismo con cui sono realizzate le fiamme. Chemin’arte utilizza, per questo, una particolare e sofisticata tecnologia LED. In alcuni modelli è possibile agire sul tipo, sull’intensità e sul colore delle fiamme, anche attraverso l’uso di un telecomando. Altri sono provvisti di una scheda Wi-Fi con la quale il controllo e il funzionamento possono essere eseguiti a distanza, utilizzando una app predisposta.

Caminetto a legna design

Tra le strutture più sobrie e realistiche troviamo i caminetti design che funzionano mostrando, con effetto realistico, legna che brucia. Nessuna scintilla che va a bruciare il divano, nessuna voluta di fumo che si insinua in tutta la casa, nessuna briciola di fuliggine che annerisce il tappeto.

Soltanto le fiamme, regolabili in intensità con un telecomando, così come il potere calorico, finché non si arriva al valore preimpostato. Il risparmio energetico è solo uno dei molti vantaggi. Generalmente, la potenza di riscaldamento è impostabile dall’utente che può anche scegliere altri elementi di decorazione, per rendere sempre più realistico il focolare. Non è necessaria la manutenzione costante, né la pulizia continua.

Il caminetto bioetanolo da terra design

Tra i complementi d’arredo riscaldanti, è da prendere in considerazione la struttura assolutamente ecologica che utilizza come combustibile il bioetanolo.

I caminetti a bioetanolo sono un sistema di riscaldamento a basso impatto ambientale. Il bioetanolo, infatti, è un combustibile formato da alcol etilico ottenuto attraverso il processo di fermentazione delle biomasse. In pratica, vengono fatti fermentare cereali come il mais e prodotti ricchi di zucchero, come le barbabietole. Il procedimento, che avviene tramite l’azione di microrganismi, genera l’etanolo. Sono ecologici, perché la loro azione riscaldante non immette nell’atmosfera prodotti nocivi, come fanno il petrolio e gli altri combustibili fossili. Il caminetto a bioetanolo funziona esattamente come il classico fornello alimentato ad alcol. Chemin’arte, ad esempio, propone modelli di design sia a bioetanolo che modelli elettrici, entrambi dotati di forme eleganti e raffinate. Ma qual è il modello migliore? Vediamo i vantaggi e gli svantaggi di entrambe le categorie.

Confronto tra i caminetti elettrici e quelli a bioetanolo

Partendo dal presupposto che entrambi siano di design, quindi che le due tipologie abbiano, dal punto di vista estetico, lo stesso impatto emozionale, facciamo un paragone tra le caratteristiche tecniche.

Comodità di utilizzo

Entrambi costituiscono una pratica alternativa ai focolari classici, non necessitano di canna fumaria né di obblighi burocratici di revisione e richiedono una manutenzione periodica estremamente limitata. I modelli elettrici possono essere considerati i vincitori in quanto a comodità perché per metterli in funzione è sufficiente premere un tasto, mentre i modelli a bioetanolo richiedono il riempimento del serbatoio.

Versatilità

Questa volta è il modello a bioetanolo a ottenere la valutazione più alta: non richiedendo nessun cavo di collegamento all’alimentazione elettrica, può essere posizionato ovunque, senza limitazioni.

Design

Per entrambi i tipi di alimentazione, si possono trovare modelli semplici e modelli di design. La scelta è dettata dal tipo di arredamento in cui il caminetto dovrà essere inserito.

Come scegliere il design di un caminetto

Dopo aver preso la decisione di acquistare un caminetto elettrico di design, sorge la questione più dibattuta: la scelta dell’aspetto estetico. Si tratta di complementi d’arredo con duplice funzione: una prettamente visuale e una di utilizzo pratico, per riscaldare in modo efficiente uno o più ambienti. Anche se può sembrare difficoltoso, questi due aspetti possono tranquillamente convivere e un caminetto può essere bello e efficace. La scelta deve essere basata su diversi fattori. Vediamo quali sono i più importanti.

L’inserimento nell’ambiente e nell’arredamento

I moderni camini di design hanno, generalmente, strutture a parete o ad angolo, anche se si sono diffuse anche le installazioni a isola o centrali e quelle bifrontali, dette anche passanti, che collegano due ambienti.

I materiali con cui sono realizzati sono molto vari. Si va dal classico marmo, per arredamenti tradizionali, al cemento grezzo, che ben si inserisce in abitazioni di gusto industrial, al legno, rustico e caldo, fino ai futuristici metalli, che, con la loro lucentezza, riflettono più e più volte le fiamme. Ciascuna di queste strutture può essere integrata con particolari che rendano il suo design ancor più interessante. Un esempio potrebbe essere il Camino Decorativo Design Pure Inox XXL:

la sua parte frontale, in legno e vetro, mostra una affascinante striscia di luci dal colore intercambiabile, gialle, rosse, verdi e blu. Un design dalle linee pulite, moderno e funzionale, farà un grande effetto, per contrasto, se inserito in una parete di mattoni rossi a vista.

Il potere calorico

Il design e le linee costruttive di grande impatto visivo ed emozionale non rendono questa tipologia di camino solo un complemento d’arredo decorativo. Ci sono camini di design, come il Camino Decorativo White Loft XXL, della Chemin’arte, che riscaldano una stanza di 30 metri quadri e sono provvisti di termostato e telecomando.

La semplicità di montaggio e di utilizzo

I caminetti elettrici sono molto apprezzati grazie al loro design ma anche per l’assoluta semplicità nel montaggio, nell’uso e nella manutenzione. Non richiedono interventi di tecnici ed è sufficiente una presa elettrica, quindi non esistono limitazioni di posizionamento.

Quali sono i prezzi di un caminetto elettrico di design

I prezzi dei caminetti elettrici variano in base alle caratteristiche e alle funzionalità. In generale, possiamo dire che si va da un centinaio di euro per i modelli più semplici fino a qualche centinaio di euro per i modelli di livello più alto.

Dove acquistare un caminetto elettrico di design

Il mercato dei caminetti è ampio e variegato, così come l’offerta. È essenziale rivolgersi ad aziende, come Chemin’arte, con ottima esperienza, così da poter avere buoni consigli, una grande possibilità di scelta e un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Condividi questo articolo su

Chemin'Arte